La Geo Energy Service S.P.A. (GES S.P.A.) è nata nel luglio 2006 con lo scopo di occuparsi delle reti di teleriscaldamento del Comune di Pomarance. La struttura della Geo Energy Service S.P.A. , con personale giovane, motivato e ben preparato ha dimostrato flessibilità ed efficienza nella gestione dei problemi emersi durante l’attività, creando anche una rete di contatti entro e al di fuori dal contesto nazionale. Pur nel limitato periodo di attività (3 anni) ha acquisito un suo ruolo di primo piano per l’utilizzo delle energie rinnovabile, ma anche nell’economia stessa delle aree di riferimento, con positive ricadute occupazionali e non solo. Allo stato attuale (fine 2008) l’impatto sulla zona degli impianti di teleriscaldamento gestiti da GES S.P.A. ha le seguenti dimensioni: – le utenze allacciate sono in totale 2394, oltre a 50 utenze in ambito extraurbano [erano ca. 1800 nel 2006] – La volumetria totale allacciata è di ca. 789000 m3 in ambito urbano e ca. 15500 m3 in ambito extraurbano – L’energia erogata annualmente è di ca. 41318 Gcal/anno equivalenti a ca. 4132 TEP/anno – Corrispondenti a ca. 28000 barili di petrolio/anno – In termini ambientali corrispondono alla mancata emissione di ca. 12808 Ton/anno di CO2.

Descrizione della società

Organizzazione 2009 – 2010

Personale

  • 6 operativi
  • 3 consiglieri di amministrazione
  • 3 revisori dei conti

Inoltre

Investimenti mirati in mezzi e attrezzature che consentono interventi di ripristino e riparazioni, anche provvisorie, in tempi ridotti.
Suddivisione ruoli molto flessibile, organizzazione orizzontale, e politica degli acquisti attenta.

La rete 2009

  • Utenze allacciate: 2435 (di cui 2174 attive)
  • Volumetria: 778.938 m3 9 centrali
  • 7 impianti
  • Oltre 150 Km di rete 42.000 Gcalh/anno erogati
  • 4.210 TEP risparmiate (29.000 barili di petrolio)
  • 13.000 tonCO2/anno non emessa

Commenti

Organizzazione ridotta rispetto al territorio di riferimento.
Organizzazione orizzontale.
Focus su formazione e su motivazione.

I risultati ottenuti in termini di gestione ed in termini di investimenti e qualità del servizio sono dovuti principalmente alla internalizzazione delle seguenti attività:

  • Attività di progettazione eseguita quasi totalmente all’interno
  • Direzione lavoro, assistenza cantiere e responsabile sicurezza
  • Interventi sugli impianti, sulle reti e nuovi allacci eseguiti da personale interno

Energia grigia

2,2 Gwh/anno risparmiati che si traducono in ulteriori 180 TEP/anno e 560 Ton/anno di CO2 non emessa

Ad oggi il teleriscaldamento geotermico è esteso alla maggior parte del territorio , con sei impianti principali più due locali serviti in totale da nove centrali geotermiche.
In sette centrali termiche il vapore cede la sua energia termica attraverso gruppi di scambio vapore/acqua calda con potenzialità complessiva nominale dipendente dalle utenze e dalla volumetria complessiva da servire . L’acqua al circuito di teleriscaldamento entra nel gruppo di scambio ad una temperatura di 60-65°C ed esce a 80°C. La circolazione nel secondario è assicurata da elettropompe ubicate nella stessa centrale.

Questo schema è utilizzato per le centrali che servono i paesi di Montecerboli, Larderello, Serrazzano, Lustignano e San Dalmazio, dove la risorsa geotermica è disponibile nei pressi dell’area abitata, oltre che per piccole centrali che servono aree di campagna.